“Sdebitare.org sostiene e assiste il debitore per non cadere nell’usura”

Sdebitare.org NO PROFIT sostiene il debitore e lo assiste per non cadere nel rischio usura.  A lanciare l’allarme su questo rischio è la FABI – Federazione Autonoma Bancari Italiani. Altissimi i rischi sociali derivanti dalla cospicua cessione di pacchetti di sofferenze e di crediti deteriorati da parte delle banche italiane (NPL).  Da qui i pericoli per i debitori,  titolari delle sofferenze,  di finire per disperazione nelle mani degli usurai e della criminalità organizzata.

Quello della cessione degli Npl (sofferenze e crediti deteriorati)  da parte delle Banche é sensibilmente cresciuto negli ultimi anni.  A seguito del lievitare dei crediti deteriorati nella pancia delle Banche  la Bce ha fissato un termine  per aumentare le coperture delle banche e svalutare del tutto i crediti deteriorati. 

Secondo quanto riporta Il Sole 24 Ore, l’indicazione è stata inserita dalla Vigilanza bancaria in ogni lettera Srep inviata a dicembre (2018) alle banche italiane. Quello della cessione, ricorda il sindacato bancario, è «un fenomeno sensibilmente cresciuto negli ultimi anni, che riguarda prestiti non rimborsati per oltre 360 miliardi di euro e che interessa, guardando alle sole sofferenze, oltre 1,2 milioni di clienti bancari ceduti, con le loro rate scadute, dagli istituti bancari a società specializzate e aggressive nel recupero crediti.  

Abbiamo intervistato il Presidente di Sdebitare.org (Egm.it Network Associativo NO PROFIT)  il Dott. Silvano Mencattini che ci ha spiegato come vengono assistiti gli associati in piena legalità.  “Assistiamo  debiti meritori di tutela sia di singoli consumatori che di   piccole attività economiche fortemente in difficoltà per l’impossibilità di onorare i propri debiti. Collaboriamo con i commercialisti e legali dell’indebitato.  Facciamo eseguire una perizia che elenchi chiaramente l’indebitamento, metta in ordine la documentazione,  spesso non chiara e confusa.  Dopo l’esame della perizia si valuta se ci sono  danni e illeciti del sistema bancario / finanziario o fiscale.  Esaminiamo come procedere: Accordi stragiudiziali di ristrutturazione del debito o a saldo e stralcio o con la Gestione della Crisi da sovraindebitamento prevista nella Legge antiusura 3/2012 che tutela il debitore dal rischio di perdere tuttoL’ estinzione del debito, secondo le modalità concordate con i creditori o con il Tribunale,  comporterà l’automatica cancellazione della posizione debitoria in sofferenza dalla Centrale dei Rischi (CR) della Banca d’Italia, riammettendo cosi pienamente il debitore al circuito del credito bancario. La nostra Associazione in tutti i casi affrontati é riuscita  ad aiutare molte famiglie e piccole imprese ad uscire dal tunnel del debito insostenibile per ritornare a vivere una vita dignitosa e serena. Anche i Creditori sono rimasti soddisfatti dell’assistenza prestata riconoscendoci  serietà e competenza.”